Skip to content

DAVEMCNAB.INFO

Il sito Web di Dave McNam. Scozzese Vivere in Italia. Adoro viaggiare e spero che il mio sito sia interessante!

SCARICA USS INDIANAPOLIS


    Durante la Seconda Guerra Mondiale alla USS Indianapolis e al suo ecquipaggio guidato dal capitano Charles McVay viene affidata una missione top secret. USS Indianapolis, scheda del film con Nicolas Cage, leggi la trama e la recensione, guarda il trailer, trova cinema Roma Milano Italia. USS Indianapolis (Uss Indianapolis: Men of Courage) - Un film di Mario USS Indianapolis è disponibile a Noleggio e in Digital Download. La USS Indianapolis (CA) è stato un incrociatore pesante della classe Portland, della Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. Acquista il film Uss Indianapolis in DVD film, in offerta a prezzi scontati su La davemcnab.info S.p.A.. Scarica subito la nostra APP. Scarica.

    Nome: uss indianapolis
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:61.40 Megabytes

    Il contesto originale del film riesce a sottrarlo dal rischio di scadere in logiche scontate per film di questo genere. Anche se non aggiungerà una pagina al libro dei grandi capolavori cinematografici, rimane un film che si lascia apprezzare. La pellicola segue diversi filoni narrativi alcuni dei quali incidono più degli altri con un inizio quasi da musical vecchio stampo. A un certo punto sembra imminente che i protagonisti si trasformino in novelli Gene Kelly e Frank Sinatra per iniziare a cantare e a ballare.

    Le luci della strada, le macchine e le persone, fanno pensare immediatamente al teatro di posa, manca solo il regista che da il ciack alla scena davanti alle macchine da presa. Gli altri personaggi ruotano intorno a lui, caratterizzando la spavalderia nazionalistica e ingenua delle diverse personalità tipiche dei soldati americani del tempo.

    Si focalizza sulla barbarie morale della guerra incomprensibile anche per chi porta a compimento la missione.

    Film al cinema. Film commedia. Film d'animazione. Film horror. Film thriller. Film d'azione.

    USS Indianapolis (CA) - Wikipedia

    Film imperdibili Oggi al cinema. Eventi al cinema. Eventi Nexo Digital. I Wonder Stories. Festa del Cinema di Roma. Mostra del Cinema di Venezia. Locarno Festival. Biografilm Festival. L'isola del cinema. Cannes Film Festival. La settima arte - Cinema e industria. Roma Creative Contest. Udine Far East Film Festival.

    Middle East Now. ArteKino Festival. Torino Film Festival. River to River Film Festival. Tokyo International Film Festival. Le vie del cinema a Milano. Da Venezia a Roma. Locarno a Roma. Pesaro Film Festival. Sundance Film Festival.

    Trieste Film Festival. Festival dei Popoli. Visioni dal mondo. Festival MoliseCinema. Vai alla guida TV Film ora in onda. Voto del pubblico. Al cinema dal: 19 luglio Regista: Mario Van Peebles. Genere: Azione , Guerra. Uscita al cinema il 19 luglio Durata minuti.

    Distribuito da M2 Pictures. Data di uscita: 19 luglio Regia: Mario Van Peebles. Fotografia: Andrzej Sekula. Montaggio: Robert A.

    Frasi del film USS Indianapolis

    Clip italiana: I Kaiten - HD. Lontano dagli oc Paolo Di Paolo. Assolutamente mu Haruki Murakami La notte più lun Michael Connelly. I leoni di Sicil Stefania Auci. Il coltello Jo Nesbo.

    Zero Il Folle Renato Zero. Tradizione e Tra Testa o Croce Modà. Rocketman Dexter Fletcher. Pets 2 - Vita da L'operazione fu considerata un successo nonostante vi fossero poche informazioni sui risultati a causa della nebbia. Nel mese di maggio gli alleati riuscirono a riconquistare Attu, che fu il primo territorio statunitense occupato dai giapponesi a essere recuperato. Una volta messa al sicuro Attu, le forze statunitensi si concentrarono su Kiska, l'ultima roccaforte nemica nelle Aleutine.

    Non ci fu bisogno di spargimenti di sangue in quanto i Giapponesi riuscirono a evacuare l'intera guarnigione sotto una spessa cappa di nebbia prima dello sbarco alleato del 15 agosto [10].

    Dopo essere stata rifornita a Mare Island , la Indianapolis fece rotta per le Hawaii dove divenne la nave di bandiera del vice ammiraglio Raymond Spruance , comandante in capo della Quinta Flotta.

    Prese il largo da Pearl Harbor con il corpo di spedizione principale della Southern Attack Force [13] per realizzare l' Operazione Galvanic , cioè l'invasione delle Isole Gilbert. Quel giorno la Indianapolis abbatté un aereo nemico e distrusse diversi capisaldi giapponesi mentre la fanteria faticava non poco a vincere la sanguinosa e costosa battaglia di Tarawa.

    La successiva conquista delle Isole Marshall , durante la quale l'incrociatore era ancora la nave ammiraglia della Quinta Flotta, deve molto al vantaggio strategico scaturito dalle vittorie presso le Isole Gilbert [14].

    Dopo essere entrata nella baia il 4 febbraio, la Indianapolis vi rimase fino a quando la resistenza nemica non fu fiaccata [16]. Gli aerei bombardarono Palau gli ultimi due giorni di marzo, avendo come primo obiettivo la distruzione delle molte imbarcazioni presenti. Affondarono 3 cacciatorpediniere , 17 cargo , 5 petroliere e danneggiarono altre 17 navi. In più, gli aeroporti delle isole furono bombardati, e le acque circostanti furono minate per impedire la fuga alle navi nemiche.

    Durante i 3 giorni di attacco, gli aerei giapponesi attaccarono la flotta statunitense, ma furono abbattuti senza riportare danni.

    In particolare la Indianapolis abbatté il suo secondo aereo, un aerosilurante , e i nipponici persero in tutto velivoli, compresi i 46 distrutti a terra. In giugno, la Quinta Flotta fu impegnata nell'assalto alle Isole Marianne.

    USS Indianapolis: Cinquant’anni alla deriva per la ragion di stato USA

    I raid su Saipan vedi Battaglia di Saipan incominciarono attraverso i caccia delle portaerei l'11 giugno, e in seguito, a partire dal 13, vi furono i bombardamenti dalle navi, nei quali il ruolo della Indianapolis fu fondamentale [17]. Il giorno del D-Day, il 15 giugno, l'ammiraglio Spruance ricevette informazioni su una grande flotta dell' Impero Giapponese composta da corazzate , portaerei , incrociatori e cacciatorpediniere che stava puntando a sud per proteggere la guarnigione delle Marianne sotto attacco.

    Dato che le operazioni anfibie a Saipan andavano protette a tutti i costi, l'ammiraglio non poteva distogliere i suoi cannoni più pesanti dalla scena. Il 19 giugno ebbe inizio la Battaglia del mare delle Filippine [18]. Le portaerei giapponesi, che speravano di riuscire a rifornirsi di carburante e munizioni a Guam e Tinian per poi attaccare gli americani in mare aperto, furono intercettate dagli aerei e dai cannoni degli Alleati. Nel frattempo, anche Guam era stata catturata, e la Indianapolis fu la prima nave americana a entrare ad Apra Harbor dopo la sua occupazione all'inizio della guerra.

    Fece poi rotta verso Manus nelle Isole dell'Ammiragliato , dove fu sottoposta a lavori per 10 giorni prima di fare ritorno al Mare Island Navy Yard, il cantiere navale californiano [10]. Il fattore sorpresa fu sfruttato avvicinandosi alle coste nipponiche durante una mareggiata, e gli attacchi misero sotto pressione i nemici per due giorni.

    Nei due giorni tra il 16 e il 17 febbraio, la US Navy perse 49 aerei e abbatté velivoli nemici, a terra o in volo [24]. Questo fattore 10 a 1 di vittorie fu accompagnato dall'affondamento da parte della task force di Mitscher di una portaerei , nove navi da difesa costiera, un cacciatorpediniere , due cacciatorpediniere di scorta [25] e una nave cargo.

    In più, gli Americani riuscirono a distruggere molti hangar , magazzini , installazioni aeree, fabbriche e altri obiettivi legati all'industria giapponese. Portato a compimento l'attacco su Tokyo , la Task Force si mosse verso Bonin per partecipare alla battaglia di Iwo Jima ; la Indianapolis era l'ammiraglia della Task Force 50 [26] , e raggiunse l'area il giorno dello sbarco, insieme con le corazzate North Carolina e Washington , e i due incrociatori leggeri Sante Fe e Biloxi [27].

    Nonostante le pessime condizioni meteo, le forze americane riuscirono a distruggere altri aerei, ad affondare cinque piccole navi e a danneggiare diverse infrastrutture e molti treni.

    Per catturarla con le minime perdite possibili, gli aeroporti nel sud del paese del Sol Levante dovevano essere resi inabili a lanciare una reazione. Prima della fine della battaglia, anche il resto degli attaccanti era stato abbattuto. Il 31 marzo, all'alba le vedette individuarono improvvisamente un velivolo nemico in volo verticale nei pressi dell' Indianapolis.

    Potrebbe piacerti:RUNTASTIC SCARICARE

    Lungo la rotta prescelta tra le tre possibili, chiamata in codice "Peddie", era in agguato il sommergibile giapponese I , con a bordo anche dei siluri umani Kaiten siluri con un membro di equipaggio che doveva compiere un attacco suicida. La nave procedeva alla velocità di 17 nodi e senza zigzagare , in quanto gli ordini erano di "zigzagare a discrezione in base anche alle condizioni meteo", e non veniva richiesto di mantenere una elevata velocità [31]. Il comandante giapponese Mochitsura Hashimoto non era entusiasta dei Kaiten e scelse siluri convenzionali, lanciandone una salva [29].